Ti trovi qui: Home > Argomenti comunali > Ambiente e territorio > Lettera aperta ai cassinanovesi

Lettera aperta ai cassinanovesi



Aiutaci a condividere:

Cari cittadini di Cassina Nuova, forse non sapete che molto presto in Via Pace sorgerà una nuova attività di trattamento di RIFIUTI PERICOLOSI E NON.

L’attività, della società Galli S.r.l., si insedierà formalmente sul territorio di Senago ma nel concreto sarà a circa 300m dall’abitato residenziale di Cassina Nuova e circondata quasi al 100% dai confini del nostro comune.

mappastrade

Confini comunali e distanza da Cassina Nuova

 

mappaconfini

Confini ed area di insediamento

La scelta di quest’area in passato aveva avuto parere negativo da parte della Provincia di Milano perché essa ricade in una zona di interesse paesaggistico, si trova nel parco delle Groane ed è individuata come corridoio ecologico ed elemento primario della Rete Ecologica Regionale. Questa proposta è talmente scellerata che anche l’amministrazione Lorusso fece di tutto per evitare l’insediamento di questa attività, compreso un ricorso al Presidente della Repubblica divenuto poi ricorso al TAR.

L’amministrazione Vassallo invece nell’aprile di quest’anno ha deciso, in autonomia,  che l’interesse pubblico sull’area è cambiato, ha concluso  un accordo con la proprietà ritirando il ricorso al TAR (unico motivo che non aveva fatto partire l’attività). Cosa chiede in cambio la nostra amministrazione? 40 mila euro per asfaltare Via Kennedy e lo spostamento in questa area di 2 attività di rottamazione presenti sul nostro territorio.

Questa attività, secondo uno studio regionale, porterà ad un afflusso aggiuntivo sulla nostra frazione (via Kennedy,  viale Lombardia, via Pace) di circa 200 automezzi al giorno, di cui 180 pesanti.

Questo ulteriore flusso si andrà a sommare al traffico che è stato dirottato sulle direttirci di via Pace e v.le Lombardia a causa della  ZTL ed aggraverà la viabilità deteriorando oltretutto il fondo stradale a causa della tipologia di mezzi.

Inoltre vogliamo parlare dei possibili odori ed esalazioni che posso provenire da un’attività del genere situata a soli 300m dalle case?

Infine, oltre al danno la beffa. Il comune di Senago riceverà in cambio di questa “operazione urbanistica” una compensazione ambientale di 6.800 metri quadri di terreno per farne un bosco urbano, peccato che sia ad una distanza di 2,4km dal sito in Bollate.

Ricapitolando, l’amministrazione Vassallo permette di collocare a Cassina Nuova una nuova attività che peggiorerà la vita dei cittadini, in pieno Parco delle Groane e per quattro soldi. Addirittura ritirando un ricorso al TAR che richiedeva la cancellazione del progetto.

Ancora una volta questa amministrazione dimostra di non avere nessuna visione futura della nostra Città, sta svendendo ogni fazzoletto verde di territorio per fare cassa e “tappare qualche buco” nelle strade.

Noi scriviamo questa lettera ai cassinanovesi e ai Bollatesi tutti, affinché si indignino e comprendano che scelte di questo tipo serviranno certamente ad avere una strada asfaltata per il prossimo anno ma un’attività invasiva, più traffico e meno verde per il resto della vita. Questo significa usare come moneta la salute dei cittadini.

Non è questa la direzione che vogliamo si prenda per il futuro di Bollate ed invitiamo i cittadini ad alzare la voce per pretendere più coinvolgimento su scelte che impattano notevolmente sulla qualità della vita di tutti.

Movimento 5 Stelle Bollate

Aiutaci a condividere:

Un commento

  1. Per quanto riguarda i cattivi odori che da un po di tempo si sentono a Cassina nuova,so per certo che provengono dalla ex selciatori,che sapevo fosse fallita.ma qualche buon tempone a avuto la brillante idea di dare in affitto gli impianti per la produzione di catrame per asfalto alle imprese che stanno riqualificando la Rho Monza e noi ci dobbiamo subire lo schifo che emettono quei forni,vorrei sapere chi li a autorizzati a usare un impianto non più a norma?

Scroll To Top