Ti trovi qui: Home > Argomenti comunali > Ambiente e territorio > L’ospedale è in mano ai privati!

L’ospedale è in mano ai privati!



Aiutaci a condividere:

Dalla deliberazione del 30/11/2017 del Direttore generale dell’ASST Rhodense abbiamo avuto conferma della concessione in affidamento ad un privato della gestione dei locali dell’ex ospedale di Bollate o di quel che ne resta, dopo le azioni che hanno portato al progressivo smantellamento di tutti i servizi sanitari offerti nell’ex Ospedale.

Seguiamo l’evolversi della situazione da diverso tempo ormai e l’impressione continua ad essere la stessa: la chiara volontà di smantellare servizi pubblici per farne profitto.

Questa deliberazione è l’ennesimo atto in contrasto con quanto era stato promesso ai cittadini dalla vecchia dirigenza.

Per l’ennesima volta nella nostra regione, una struttura pubblica, viene sottoposta a smantellamento per essere successivamente assegnata alla gestione privata e senza nessun percorso di informazione e condivisione delle scelte con i cittadini.

La scelta è una chiara responsabilità politica in perfetta coerenza con quella ventennale Formigoniana. Quello che però ci lascia basiti in questo momento, è il silenzio della politica locale e di questa amministrazione in particolare, che secondo noi, non sta facendo la giusta pressione presso la Direzione di Garbagnate e la Regione nel pretendere un coinvolgimento in scelte che indubbiamente coinvolgono il territorio comunale.

Le amministrazioni comunali non sono responsabili nelle scelte dei servizi sanitari territoriali ma secondo noi, devono porsi con forza come interlocutori politici presso quelle istituzioni responsabili delle scelte sui propri cittadini

e questo il Comune di Bollate a nostro parere non lo sta facendo. Lo ha fatto superficialmente nei mesi scorsi, ma solo perchè molti cittadini si sono mobilitati e ne hanno chiesto conto, poi il nulla.

A livello lombardo, è sempre più chiara la volontà politica di fornire servizi sanitari solo attraverso la fornitura di privati argomentando tale scelta con la riduzione dei costi e il miglior funzionamento delle strutture. Queste argomentazioni sono solo specchietti per le allodole, poichè la riduzione dei costi non è quasi mai reale mentre per migliorare il funzionamento delle strutture basterebbe che la politica si facesse da parte così da far gestire le strutture a persone competenti anzichè ai soliti amici-degli-amici.

 

Questo bando affida la gestione di un nuovo reparto con 24 letti per malati subacuti ad un privato con un esborso di soldi pubblici di 11 milioni di euro in 7 anni, circa 1,5 milioni di euro all’anno. Siamo davvero sicuri che con questi soldi non saremmo riusciti a gestire i servizi attraverso la Sanità pubblica? Questi soldi pubblici, basteranno a pagare interamente il privato o i cittadini dovranno integrare il costo dei servizi con i propri soldi? Risultati immagini per ospedale di bollate chiuso

La Sanità è ormai considerata solo un business e certa politica lo ha capito molto bene da tempo, agevolando gli amici piuttosto che pensare al benessere dei propri cittadini.

Continueremo a seguire la vicenda dell’ex Ospedale bollatese trasformato in POT sicuri, purtroppo, che anche altre strutture verranno ‘cedute’ a privati continuando così a ridurre il diritto alla cura per i cittadini che non possono permettersi di pagare.

Aiutaci a condividere:

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

{captcha} Inserisci il numero per la sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Scroll To Top