Ti trovi qui: Home > Notizie dal M5S Bollate > Meno ZTL, più democrazia diretta

Meno ZTL, più democrazia diretta



Aiutaci a condividere:

Durante uno dei passati Consigli Comunali è stata approvata una modifica dello Statuto del Comune di Bollate che permette al Sindaco di assegnare ai Consiglieri Comunali una delega su uno specifico argomento. Questo vuol dire che, per un periodo limitato di tempo, il Consigliere che ha ricevuto la delega si occuperà di sviluppare concretamente un progetto inerente quel tema e, esaurito il progetto, la delega decadrà.

digitaldemocracy-700x4151-e1374738661254Nei giorni scorsi, abbiamo ricevuto una richiesta da parte dell’Amministrazione comunale bollatese, guidata dal PD. E’ stata formalizzata la proposta di delega temporanea al nostro consigliere capogruppo Massimiliano Mantovani, con l’obbiettivo di definire, sviluppare e rendere disponibile al Comune uno strumento informatico di voto che consenta ai cittadini di votare al prossimo Referendum di ottobre sulla ZTL. La proposta, ovviamente, sarebbe a titolo gratuito.

Per strumento informatico di voto si intende qualcosa che permetta ai cittadini di votare un quesito proposto dall’amministrazione, usando la rete e gli strumenti informatici, con evidente risparmio di soldi, tempi e facilità di utilizzo.

Noi siamo per la partecipazione dei cittadini alla vita politica della città, senza se e senza ma e pensiamo che Bollate abbia bisogno di rimettere al centro delle decisioni quello che vogliono i cittadini.

Questo vuol dire che, per noi, la proposta dell’amministrazione non è sufficiente.

Non ci basta una votazione solo sulla ZTL o su argomenti decisi dall’amministrazione, ma vorremmo che il comune si dotasse di qualcosa di più completo. La nostra idea sarebbe:

  • espandere l’ambito di applicazione dello strumento informatico di voto in modo da coprire qualsiasi consultazione anche in futuro (Bilancio Partecipativo, grandi opere, etc.)
  • rendere lo strumento di voto elettronico vincolante per l’amministrazione, chiedendo un’integrazione dello statuto comunale in modo da rendere effettivi il “referendum consultivo vincolante quorum 0” ed il “referendum propositivo”
  • integrare all’interno del regolamento alla partecipazione, già previsto, le modalità di utilizzo e le regole di funzionamento dello strumento informatico di voto

Stiamo chiedendo che una delega tecnica si trasformi in un impegno politico preciso: Far decidere ai Bollatesi sulle scelte importanti per la propria città. E’ quello che avevamo promesso in campagna elettorale nei “venti punti per cambiare Bollate” ed è quello che chiediamo oggi a questa amministrazione. 

Se strumenti di democrazia diretta come questo fossero stati disponibili e vincolanti per le amministrazioni passate, forse non dovremmo discutere oggi di come recuperare gli errori fatti sulla ZTL ed i soldi spesi per l’Urban Centre.

Più importante che dare una risposta all’amministrazione per noi è il dibattito ed il confronto con i cittadini di cui siamo portavoce. Se la proposta dell’amministrazione rimanesse quella di cui Vi abbiamo parlato all’inizio dell’articolo diremo chiaramente di NO, ma vogliamo sapere anche che cosa ne pensate Voi Bollatesi della nostra idea di espansione dei contenuti. Vi chiediamo quindi di partecipare al nostro sondaggio indicativo che vi sottoponiamo, rispondendo con la vostra opinione possibilmente argomentata.

MoVimento 5 Stelle Bollate

Saresti favorevole ad accettare la delega se venissero accettate le tre proposte del movimento 5 stelle?

  • SI, sono favorevole (76%, 34 Votes)
  • NO, sono contrario (24%, 11 Votes)

Votanti totali: 45

Loading ... Loading ...

Aiutaci a condividere:

Un commento

  1. Favorevole

Scroll To Top