Ti trovi qui: Home > Notizie dal M5S Bollate > Sulla consultazione ztl si rischia di tradire la fiducia dei bollatesi

Sulla consultazione ztl si rischia di tradire la fiducia dei bollatesi



Aiutaci a condividere:

 

Martedì 27 settembre, in una commissione capigruppo chiusa al pubblico, il Sindaco ha consegnato il documento che trovate allegato in calce a questo articolo.

La prima riflessione che facciamo è che ci sembra davvero assurdo trattare un argomento di interesse collettivo come la ZTL, in una commissione chiusa al pubblico ed ancora più assurdo che l’argomento venga trattato in una capigruppo.

 

Durante l’incontro è stato presentato un documento contenente cinque possibili progetti di riduzione dell’area ZTL, ma nessuno di questi è definitivo.

Nelle premesse emerge che è difficile pensare ad un nuovo progetto finale ed alternativo di ZTL prima che sia completata la costruzione di infrastrutture come la complanare RHO-Monza, la complanare Cascina del Sole e la variante Varesina.

Il Sindaco ha quindi ribadito che nessuno dei progetti presentati potrebbe essere quello decisivo, sospendendo che ‘tenersi le mani libere’ è utile per scegliere il progetto migliore solo successivamente alle valutazioni sui flussi di traffico.

Ha inoltre dichiarato che anche nel caso di vittoria del NO, l’amministrazione si riserverà la possibilità di predisporre un piano ZTL per il futuro.

A questo punto abbiamo fatto alcune considerazioni.

  1. Era stato garantito che sarebbe stato presentato un progetto che prevedesse la riduzione dell’area ZTL, ne sono stati presentati ben cinque ma nemmeno uno è quello definitivo. Altra promessa nn mantenuta di questa amministrazione.
  1. La consultazione sulla ZTL prevede due possibili risposte, la prima in cui si esprime la volontà di rinunciare alla ZTL, la seconda di voler mantenere la ZTL ma con un’area ridotta.Se il progetto di riduzione dell’area non venisse presentato PRIMA della consultazione, come concordato, crediamo che la scelta potrebbe essere falsata: chi sceglierà la seconda possibilità in mancanza di un progetto che illustri come sarebbe la ‘nuova’ ZTL?
  1. Se le premesse del documento evidenziano che, un progetto alternativo avrebbe senso valutarlo solo dopo la costruzione di infrastrutture intermedie e l’analisi dei nuovi flussi del traffico, non sarebbe meglio aspettare invece di indire un referendum adesso?

Vi invitiamo a prendere visione dell’allegato in calce all’articolo che, anche se non definitivo, serve a farsi un quadro più completo degli scenari che potrebbero verificarsi in caso di risultato favorevole per la “riduzione della ZTL”.

Il Movimento 5 Stelle è da sempre promotore della consultazione dei cittadini per le scelte che riguardano la loro città.  Crediamo anche, che sia indispensabile fornire un quadro d’insieme ed informazioni complete, altrimenti si rischia di compromettere il risultato dello strumento.

Concludendo, le scelte possibili al momento della consultazione saranno quella di votare per la rimozione completa della ZTL oppure quella di dare una nuova delega all’amministrazione per gestire al meglio la situazione, senza una progettualità precisa e senza la garanzia che le azioni intraprese da Vassallo e Co. siano realmente migliorative.

Aiutaci a condividere:

Commenti chiusi.

Scroll To Top